Come Preparare Tonno al Pesto con Arance

Questa mattina ho pensato di consigliarvi un secondo piatto a base di pesce che sarà in grado di stupirvi: si tratta di tonno scottato con il pesto e insaporito dalla dolcezza delle arance.

Ingredienti
filetto di tonno, 800gr
pesto, 120gr
arance, 4
sale, pepe

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta facendo scaldare in una padella antiaderente il filetto di tonno per un paio di minuti da entrambi i lati. Quando vedete che la parte esterna prende un colore dorato toglietelo dalla cottura e avvolgetelo da una pellicola di alluminio, dove lo lascerete riposare per 5 minuti.

Mettete nuovamente il pesce nella pentola insieme al pesto e fatelo cuocere per un minuto, insieme all’ancia che avrete precedentemente tagliato a pezzettini.

Da gustare tiepido.

Come Preparare Risotto al Lime

Hai voglia di provare qualcosa diverso dai soliti piatti? Vuoi stupire i tuoi amici con una cena particolare? Allora prova a seguire questa guida che ti fornirà indicazioni semplicissime per preparare un risotto gustosissimo, sicuramente non tradizionale.

Occorrente
Lime o limoni
Riso
Sale
Pepe

Per iniziare, bisogna precisare che cosa risulta essere il lime, molti credono che sia il limone acerbo data per la forma e per il colore, in realtà si tratta di un frutto esotico in effetti molto simile al limone non solo per la forma ma anche per le proprietà, solo il sapore è lievemente diverso, più acidulo e dolciastro contemporaneamente, ma comunque ricorda molto il limone, quindi se non riesci a trovarlo, per questa ricetta va benissimo anche il nostro limone, il risultato finale resta invariato data la grande somiglianza.

Prendi i lime, il numero dipende dal numero delle persone per cui cucini, in ogni caso devi ottenere un bel succo, diciamo che per quattro persone devi spremere almeno mezzo bicchiere. Spremi tutti i lime o limoni e aggiungi un pò d’acqua. Poi prendi la padella per risotti antiaderente e mettila sul fuoco a fiamma moderata.

Aggiungi il riso nella padella e fallo tostare per qualche secondo, poi aggiungi dell’acqua fino a coprirlo e qualche goccia di succo di lime (o limone) un pizzico di sale e inizia a mescolare, pian piano che l’acqua si asciuga aggiungine un pò senza arrivare a far attaccare il riso. Quando il risotto è giunto a metà cottura aggiungi tutto il succo di lime che hai spremuto conservandone qualche cucchiaiata per il condimento finale.

Quando il riso raggiunge la cottura desiderata fallo asciugare senza aggiungere più acqua e quando sarà pronto aggiungi l’ultima dose di succo che ti è rimasta. Adesso, spenta la fiamma, completa il piatto con una bella spolverata di pepe, senza esagerare, e mescola il tutto. Il tuo risotto al lime è pronto per essere servito.

Come Preparare il Risotto ai Tre Colori

Semplice ma deliziosa, questa ricetta accosta il sapore dolce del peperone e della zucchina a quello un pochino più forte e deciso della cipolla e dell’uovo. Un piatto che può essere preparato tranquillamente anche in occasioni speciali, magari servito in coppette di parmigiano reggiano.

Occorrente
250 gr di riso
1 peperone (preferibilmente rosso)
3 uova
2 zucchine
1 cipolla piccola
Olio d’oliva
Grana
Sale
Pepe
Vino bianco
Brodo (meglio se vegetale)

Inizia con il prendere il peperone ed aprirlo; ora, elimina i semi e passalo qualche secondo sulla fiamma in modo da togliere la buccia. Poi, taglialo molto sottile. Prendi, poi, la zucchina, lavala e tagliala molto sottile (possibilmente di lungo).

Ora, passa alla cipolla, tagliala a rondelle sottili (puoi aiutarti con una mandolina). A questo punto, prendi le uova e cuocile come se stessi facendo, semplicemente, delle uova strapazzate.

Ora che hai tutti gli ingredienti pronti, prendi un saltiere metti qualche cucchiaio di olio d’oliva e fai imbiondire la cipolla. Ora, unisci i peproni con la zucchina e sfuma il tutto con del vino bianco. Dopodiché, aggiungi le uova e lasciale andare avanti con la cottura ancora per qualche minuto.

Pian piano, aggiungi il riso ed vai avanti a mescolare fino a cottura ultimata aggiungendo, di tanto in tanto, il brodo. Prima di servire in tavola insaporisci il riso con del burro e grana.

Se hai degli ospiti, un’idea molto carina è quella di preparare dei cestini di parmigiano. Prendi un saltiere piccolino antiaderente, fallo scaldare, aggiungi qualche cucchiaio di grana grattato e stendilo come se fosse una fortaia.

A questo punto, non ti resta che aspettare affinché la grana non si sciolga; intanto, prendi una ciotolina e girala con il fondo verso l’alto: appena la “fortaia” è pronta (non deve prendere colore) falla aderire al fondo della ciotola e lasciala raffreddare. Ecco pronta la ciotolina di grana.

Come Chiamare con Numero Anonimo

Devi fare una chiamata importante di lavoro ma non vuoi che il tuo numero rimanga salvato nella lista delle chiamate ricevute della persona che devi chiamare? In casi come questi, la soluzione è una sola: devi scoprire come chiamare privato. Tutti gli operatori telefonici permettono ad i propri clienti di fare chiamate in forma anonima, per cui vediamo insieme come si fa.

Fare una chiamata privata è di fondamentale importanza per proteggere la propria privacy. Chiamare in privato è totalmente gratuito e non richiede costi aggiuntivi. Basta inserire un breve codice prima di far partire la chiamata ed il gioco è fatto. Inoltre, ci sono pure alcune modalità sugli smartphone di ultima generazione per rendere anonime tutte le chiamate.

Per chiamare in forma anonima con il tuo cellulare, l’unica cosa da fare è inserire il codice #31# prima de numero da chiamare. Se ad esempio il numero in questione è 3334445556, il numero che dovrai comporre sulla tastiera del cellulare sarà #31#3334445556. A questo punto, premi sull’icona della chiamata ed il gioco è fatto. Apparirà la voce “Numero sconosciuto” e non verrà salvato il numero!

Ma se volessi fare una chiamata anonima usando il telefono di casa? E’ possibile farlo oppure tale modalità funziona solamente con il cellulare? Non ti preoccupare, si può fare e come! In questo caso, il codice che devi inserire prima di fare la chiamata è il *67#. Il funzionamento è identico a prima: digita *67#, scrivi il numero da chiamare, fai partire la chiamata et voilà.

Come ti ho detto in precedenza, esiste la possibilità di rendere tutte le chiamate anonime usando il cellulare. Ma come si fa? Apri le Impostazioni del tuo dispositivo ed entra nella sezione che ha a che fare con le chiamate. Fai clic su Impostazioni chiamata e metti il segno di spunta vicino alla voce Non invio dati. In alternativa, chiama il tuo operatore e richiedi che tutte le tue chiamate vengano fatte in forma anonima.

Per concludere, è importante sapere che le chiamate anonime possono essere rintracciate in diversi modi, come spiegato in questa guida su Iltelefonico.com, quindi bisogna fare attenzione.

Come Preparare il Risotto ai Funghi di Mare

Un’ottima guida per un risotto a dir poco fantastico. Potrai portare in tavola un gusto raffinato e sgargiante, che ti permetterà di trasformare la tua cene in un banchetto di alta classe. Per la preprazione e la cottura ti occorreranno 2 ore, il tutto per 4 persone.

Occorrente
400 g di riso superfino
500 g di cozze
600 g di vongole
200 g di seppioline
300 g di gamberetti
2 pomodori
1 ciuffo di prezzemolo
Qualche foglia di basilico
1 spicchio d’aglio
1/2 bicchiere d’olio d’oliva
1/2 bicchiere di vino bianco secco
Pepe
Sale

Tieni a bagno le vongole in acqua tiepida. Nel frattempo monda e lava le seppioline e tagliale finemente. Lava i pomodori, elimina la buccia e tritali. Monda e lava basilico e prezzemolo poi, insieme all’aglio, tritali finissimi. Metti il battuto e l’olio nella casseruola che usi per i risotti e su fuoco basso lascia rosolare per qualche minuto; versa nel recipiente le seppioline e continua la rosolatura irrorando, di tanto in tanto, con il vino bianco.

Aggiungi i pomodori tritati e lascia cuocere, sempre a fuoco basso. Nel frattempo lava molto bene cozze e vongole, mettile in una larga padella, incoperchiala e su fuoco vivace falle aprire, quindi asporta i molluschi e accertati che non abbiano residui di sabbia. Filtra con un telo fitto l’acqua che si è formata nel recipiente lasciandola scendere in una seconda casseruola e unisci circa mezzo litro di acqua fredda.

Lava e sguscia i gamberetti e metti i gusci nella casseruola con l’acqua dei molluschi. Ponila su fuoco basso e lascia bollire per circa trenta minuti. Unisci ora al soffritto il riso ben mondato e, sempre mescolando, lascialo rosolare per circa 5 minuti quindi unisci un mestolo circa dell’acqua che sta bollendo (filtrala con un telo molto fitto).

Fai in modo che il riso la assorba bene, aggiungi un altro mestolo, lascialo assorbire continuando a mescolare e prosegui in questo modo fino a cuocere il risotto. Circa a metà cottura amalgamaci vongole, cozze e code di gamberi (taglia a metà o intere). A cottura ultimata assaggia ed eventualmente sala, unisci un forte pizzico di pepe e servi il risotto caldissimo.