Come Preparare il Risotto ai Tre Colori

Semplice ma deliziosa, questa ricetta accosta il sapore dolce del peperone e della zucchina a quello un pochino più forte e deciso della cipolla e dell’uovo. Un piatto che può essere preparato tranquillamente anche in occasioni speciali, magari servito in coppette di parmigiano reggiano.

Occorrente
250 gr di riso
1 peperone (preferibilmente rosso)
3 uova
2 zucchine
1 cipolla piccola
Olio d’oliva
Grana
Sale
Pepe
Vino bianco
Brodo (meglio se vegetale)

Inizia con il prendere il peperone ed aprirlo; ora, elimina i semi e passalo qualche secondo sulla fiamma in modo da togliere la buccia. Poi, taglialo molto sottile. Prendi, poi, la zucchina, lavala e tagliala molto sottile (possibilmente di lungo).

Ora, passa alla cipolla, tagliala a rondelle sottili (puoi aiutarti con una mandolina). A questo punto, prendi le uova e cuocile come se stessi facendo, semplicemente, delle uova strapazzate.

Ora che hai tutti gli ingredienti pronti, prendi un saltiere metti qualche cucchiaio di olio d’oliva e fai imbiondire la cipolla. Ora, unisci i peproni con la zucchina e sfuma il tutto con del vino bianco. Dopodiché, aggiungi le uova e lasciale andare avanti con la cottura ancora per qualche minuto.

Pian piano, aggiungi il riso ed vai avanti a mescolare fino a cottura ultimata aggiungendo, di tanto in tanto, il brodo. Prima di servire in tavola insaporisci il riso con del burro e grana.

Se hai degli ospiti, un’idea molto carina è quella di preparare dei cestini di parmigiano. Prendi un saltiere piccolino antiaderente, fallo scaldare, aggiungi qualche cucchiaio di grana grattato e stendilo come se fosse una fortaia.

A questo punto, non ti resta che aspettare affinché la grana non si sciolga; intanto, prendi una ciotolina e girala con il fondo verso l’alto: appena la “fortaia” è pronta (non deve prendere colore) falla aderire al fondo della ciotola e lasciala raffreddare. Ecco pronta la ciotolina di grana.

Come Chiamare con Numero Anonimo

Devi fare una chiamata importante di lavoro ma non vuoi che il tuo numero rimanga salvato nella lista delle chiamate ricevute della persona che devi chiamare? In casi come questi, la soluzione è una sola: devi scoprire come chiamare privato. Tutti gli operatori telefonici permettono ad i propri clienti di fare chiamate in forma anonima, per cui vediamo insieme come si fa.

Fare una chiamata privata è di fondamentale importanza per proteggere la propria privacy. Chiamare in privato è totalmente gratuito e non richiede costi aggiuntivi. Basta inserire un breve codice prima di far partire la chiamata ed il gioco è fatto. Inoltre, ci sono pure alcune modalità sugli smartphone di ultima generazione per rendere anonime tutte le chiamate.

Per chiamare in forma anonima con il tuo cellulare, l’unica cosa da fare è inserire il codice #31# prima de numero da chiamare. Se ad esempio il numero in questione è 3334445556, il numero che dovrai comporre sulla tastiera del cellulare sarà #31#3334445556. A questo punto, premi sull’icona della chiamata ed il gioco è fatto. Apparirà la voce “Numero sconosciuto” e non verrà salvato il numero!

Ma se volessi fare una chiamata anonima usando il telefono di casa? E’ possibile farlo oppure tale modalità funziona solamente con il cellulare? Non ti preoccupare, si può fare e come! In questo caso, il codice che devi inserire prima di fare la chiamata è il *67#. Il funzionamento è identico a prima: digita *67#, scrivi il numero da chiamare, fai partire la chiamata et voilà.

Come ti ho detto in precedenza, esiste la possibilità di rendere tutte le chiamate anonime usando il cellulare. Ma come si fa? Apri le Impostazioni del tuo dispositivo ed entra nella sezione che ha a che fare con le chiamate. Fai clic su Impostazioni chiamata e metti il segno di spunta vicino alla voce Non invio dati. In alternativa, chiama il tuo operatore e richiedi che tutte le tue chiamate vengano fatte in forma anonima.

Per concludere, è importante sapere che le chiamate anonime possono essere rintracciate in diversi modi, come spiegato in questa guida su Iltelefonico.com, quindi bisogna fare attenzione.

Come Preparare il Risotto ai Funghi di Mare

Un’ottima guida per un risotto a dir poco fantastico. Potrai portare in tavola un gusto raffinato e sgargiante, che ti permetterà di trasformare la tua cene in un banchetto di alta classe. Per la preprazione e la cottura ti occorreranno 2 ore, il tutto per 4 persone.

Occorrente
400 g di riso superfino
500 g di cozze
600 g di vongole
200 g di seppioline
300 g di gamberetti
2 pomodori
1 ciuffo di prezzemolo
Qualche foglia di basilico
1 spicchio d’aglio
1/2 bicchiere d’olio d’oliva
1/2 bicchiere di vino bianco secco
Pepe
Sale

Tieni a bagno le vongole in acqua tiepida. Nel frattempo monda e lava le seppioline e tagliale finemente. Lava i pomodori, elimina la buccia e tritali. Monda e lava basilico e prezzemolo poi, insieme all’aglio, tritali finissimi. Metti il battuto e l’olio nella casseruola che usi per i risotti e su fuoco basso lascia rosolare per qualche minuto; versa nel recipiente le seppioline e continua la rosolatura irrorando, di tanto in tanto, con il vino bianco.

Aggiungi i pomodori tritati e lascia cuocere, sempre a fuoco basso. Nel frattempo lava molto bene cozze e vongole, mettile in una larga padella, incoperchiala e su fuoco vivace falle aprire, quindi asporta i molluschi e accertati che non abbiano residui di sabbia. Filtra con un telo fitto l’acqua che si è formata nel recipiente lasciandola scendere in una seconda casseruola e unisci circa mezzo litro di acqua fredda.

Lava e sguscia i gamberetti e metti i gusci nella casseruola con l’acqua dei molluschi. Ponila su fuoco basso e lascia bollire per circa trenta minuti. Unisci ora al soffritto il riso ben mondato e, sempre mescolando, lascialo rosolare per circa 5 minuti quindi unisci un mestolo circa dell’acqua che sta bollendo (filtrala con un telo molto fitto).

Fai in modo che il riso la assorba bene, aggiungi un altro mestolo, lascialo assorbire continuando a mescolare e prosegui in questo modo fino a cuocere il risotto. Circa a metà cottura amalgamaci vongole, cozze e code di gamberi (taglia a metà o intere). A cottura ultimata assaggia ed eventualmente sala, unisci un forte pizzico di pepe e servi il risotto caldissimo.

Come Preparare Risotto ai Quattro Formaggi

La ricetta del risotto ai quattro formaggi è una ricetta molto gustosa ma anche molto semplice, anche se abbastanza calorico: infatti te lo consiglio come piatto unico. Dovrai solamente seguire queste semplici indicazione per prepararne uno eccellente.

Occorrente
1 cipolla
70 g di burro
350 g di riso
Farina (fac.)
Brodo di dado
50 g di fontina
50 g di emmenthal
50 g di bel paese
50 g di parmigiano grattugiato
Latte

Taglia la cipolla finemente e falla rosolare in padella con del burro senza, però, farla bruciare. Aggiungi poi il riso e fallo tostare, aggiungendo, man mano che il riso si asciuga, il brodo che avrai preparato col dado vegetale, ben caldo.
Intanto taglia a pezzetti i formaggi e poi aggiungili al riso.

Mescola bene tutti i quattro formaggi, tenendo il parmigiano grattugiato per ultimo; aspetta che il tutto si raffreddi un po’ e servi.
In alternativa, puoi cuocere il riso lessandolo e, poi, versando in seguito i vari formaggi; potrai anche decidere di cambiare questi formaggi, mettendone degli altri.

Una terza alternativa è quella di preparare la besciamella intanto che il riso cuoce. Fai allora sciogliere il burro, aggiungi la farina, sale e poi metti, poco per volta, il latte. Fai cuocere per 5 minuti e mescola per non far creare i grumi.
Unisci la besciamella ai formaggi e poi al riso e metti tutto in forno preriscaldato a 170° per 10 minuti.

Come Preparare il Risotto ai Frutti di Mare

Esistono diversi modi di ottenere un piatto con pochi grassi, aggiungendone pochi o addirittura niente. Ricorda che se vuoi limitare l’assunzione di grassi, non devi ingerire più di 30-40 g di grassi al giorno (30 per le donne e 40 per gli uomini). Risulta essere con questa regola molto chiara, che ho pensato di darti una ricetta leggera ma estremamente gustosa, con 5 grammi di grassi per porzione (le porzioni sono 4), un tempo di preparazione di 40 minuti e un tempo di cottura che varia dai 45 ai 50 minuti.

Occorrente
150 g di pesce bianco senza lische, come il pesce persico
8 cozze
8 gamberetti
1 gambo di sedano
1,75 litri di brodo
Olio da cucina spray
2 cipolle
2 spicchi d’aglio
440 g di riso arborio
2 cucchiai di prezzemolo
1 cucchiaio di origano
1 cucchiaio di timo
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano

Taglia il filetto di pesce a cubetti e lava bene le cozze, togliendo tutti gli scarti. Adesso pulisci i molluschi che non sono completamente chiusi e togli il guscio e il filetto nero dai gamberetti. Fino a quando i molluschi non ti serviranno, devi metterli in frigo. Nel frattempo prendi una pentola, gli metti il brodo e porta in ebollizione, poi abbassa la fiamma e lascia sobbollire. Comincia ad ungere una padella antiaderente con l’olio spray e fai scaldare a fuoco medio.

Aggiungi la cipolla, l’aglio e il sedano e fai cuocere per 2-3 minuti. Metti anche 2 cucchiai d’acqua, copri e fai cuocere per 5 minuti. Aggiungi il riso ed altri 2 cucchiai d’acqua; copri e continua a cuocere per 3-4 minuti. Adesso aggiungi a poco a poco 125 ml di brodo caldo nel riso e mescola continuamente con un cucchiaio di legno. Lascia la fiamma bassa finchè il brodo non si è assorbito e continua con lo stesso procedimento ogni volta che il brodo è quasi assorbito, fino a quando il riso non è cotto.

Nel frattempo fai bollire un po’ d’acqua, cuoci le cozze per 3 minuti a fuoco lento e coperte. Poi controlla che si siano aperte tutte, devi scolarle e getta via quelle non aperte. Aggiungi il pesce e i gamberetti al riso e all’ultimo brodo che hai preparato. Mescola bene e continua la cottura per 5-10 minuti finchè i molluschi non sono cotti ed il riso diventa cremoso. Togli dal fuoco, aggiungi le cozze, copri e lascia riposare per 5 minuti. Infine aggiungi il Parmigiano e le erbe aromatiche; mescola bene e regola di sale e pepe. Puoi servire subito.