Come Togliere Macchie di Caffè

Tutti noi abbiamo quotidianamente a che fare con il caffè. Buonissimo durante una pausa, perfetto la mattina appena svegli. Ma ti è mai, invece, capitato di avere a che fare con una macchia di caffè? La cosa può rivelarsi alquanto fastidiosa. In questa semplice guida ti svelerò alcuni trucchi per eliminare queste macchie senza ledere il tessuto, e con buona riuscita del tutto.

Vediamo cosa risulta essere possibile fare. Per realizzare l’articolo abbiamo utilizzato alcuni dei consigli presenti in questa guida presente su Comepulire.net.

Il tessuto che più spesso viene intaccato da macchie di caffè è il cotone. Vi sono diverse cose che puoi fare per tentare di eliminarla del tutto. Se essa è fresca, prova immediatamente con dell’acqua minerale, oppure puoi inserire il capo all’interno di una bacinella e versandola tutta di un colpo coprirla con dell’acqua bollente. Se invece ti accorgi della macchia quando essa ormai è vecchia, non ti resta che smacchiare con glicerina, intervenendo poi con alcol e ammoniaca.
Naturalmente a tutto questo segue un normalissimo lavaggio in bucato.

Sia su velluto, pelle, cuoio e pelliccia per smacchiare il caffè devi utilizzare l’acqua minerale, con procedimenti però che possono differenziarsi l’un l’altro.
Infatti per il velluto ti consiglio di utilizzare questo metodo e poi prendere un panno bagnato e appoggiandolo sul rovescio del tessuto stirarlo.
Se sono tuoi indumenti in pelle e cuoio ad aver avuto la peggio strofina leggermente con l’acqua minerale, e poi asciuga con un panno e lucida con un prodotto privo di colorazione.
Su capi in pelliccia, invece, non puoi fare altro che pulire con acqua minerale ed asciugare con un panno (preferibilmente in lino).

Per quanto riguarda i capi in lana, puoi utilizzare l’acqua minerale esclusivamente nel caso in cui tu ti sia appena macchiato, e quindi la macchia risulti fresca.
In caso contrario utilizza innanzitutto della glicerina, in modo da portare allo scolorimento la macchia, ed in seguito serviti di una soluzione di acqua tiepida all’interno della quale avrai versato qualche goccia di ammoniaca.
Ricorda di strofinare sempre leggermente, e non con forza.
Questo stesso ultimo procedimento puoi intraprenderlo nel caso in cui la macchia abbia intaccato un tappeto.
Sulla tappezzeria di casa, prendi semplicemente un panno umido, sfregalo su una saponetta asciutta e sfrega la parete (in modo delicato e leggero). In questo modo le macchie dovrebbero scomparire.

Come Realizzare Decoupage in 3D

Se apprezzate il decoupage, vorrei informarvi che ora esiste una nuova tecnica: il decoupage in 3D. Realizzare il decoupage in 3D è semplice e vi permetterà di decorare tanti oggetti perché potrete impiegare questa tecnica su diverse superfici. Ora vi spiegherò come realizzare il decoupage in 3D per decorare qualsiasi cosa vogliate.

Per iniziare il lavoro dovrete procurarvi la carta da decoupage, la colla per decoupage, la vernice per decoupage, delle forbici oppure un taglierino in base alla precisione e alla vostra comodità, la pasta da modellare, un mattarello, delle tempere, degli acquerelli, dei pennelli di varie misure e una spatola di piccole dimensioni.

Iniziate stendendo un po’ di pasta da modellare su un piano d’appoggio, poi mettete un po’ di colla sulla pasta e iniziate a metterci la carta da decoupage nel modo che più vi aggrada, fate attenzione a ritagliare la carta da decoupage lasciando un po’ di bordo intorno al disegno. Ora con un pennello fate aderire la carta alla pasta senza formare increspature antiestetiche e passate un altro velo di colla.

Lasciate asciugare molto bene la colla per almeno 15 o 20 minuti. Trascorso questo tempo, prendete la spatola e iniziate a staccare la pasta dal piano d’appoggio per modellarla in base al disegno della carta da decoupage che avete utilizzato. A questo punto potrete dedicarvi ad altro per qualche ora, per far sì che la colla asciughi completamente.

Poi potrete proseguire con il ritaglio, per cui vi consiglio il taglierino.Dovrete essere molto precisi e tagliare i contorni del disegno facendo molta attenzione a non commettere errori dovuti a fretta o distrazione. Dopo aver ritagliato il disegno provvedete a dipingerlo con le tempere o gli acquerelli e poi fate asciugare molto bene. Una volta che il colore sarà asciutto, stendete con un pennello la vernice. Lasciate asciugare anche la vernice e poi provvedete ad attaccare la vostra decorazione sull’oggetto da voi desiderato.