Come Preparare Mousse di Lamponi

Ecco tutto il necessario per preparare una splendida mousse di lamponi, un dolce semplice da realizzare e gustosissimo da assaporare. Può essere servito accompagnato da un buon vino rosso finemente aromatico, che va a legare con il buon sapore del lampone.

Occorrente
400 gr di lamponi
2 albumi
2 dl di panna
120 gr di zucchero
1 rametto di menta
Cialde
Sale

Mondate, lavate e asciugate delicatamente i lamponi. Passateli al setaccio, tenendone da parte alcuni per la decorazione finale, e aggiungete alla purea ottenuta 90 grammi di zucchero. Montate gli albumi a neve fermissima con un pizzico di sale e incorporateli alla purea di lamponi, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli. Montate anche la panna e unitela al composto.

Inumidite i bordi di quattro coppette individuali e passatele nello zucchero rimasto. Suddividete la mousse nelle quattro coppette e riponete il tutto in frigorifero per almeno due ore. Al termine, decorate le coppette con i lamponi interi e con le foglioline di menta, ben lavate ed asciugate. Servite in tavola, accompagnando la mousse con qualche cialda.

Si consiglia di accompagnare la mousse con un buon vino rosso, come l’Aleatico di Gradoli, prodotto nel Lazio.

Come Preparare Cheesecake di Zucca

La polpa della zucca giapponese è ricca e dolce, per cui non sorprende che i giapponesi siano così appassionati dei dessert a base di zucca. La kabocha si trova in tanti budini, crostate e gelati. Qui è usata per aromatizzare una cheesecake, presenza fissa nella maggior parte dei menu di caffè e ristoranti in Giappone.

Occorrente
500 g di zucca giapponese, pelata e tagliata a pezzetti
175 g di biscotti secchi allo zenzero
40 g di semi di sesamo tostati, schiacciati
50 g di noci, tritate
2 cucchiai di zucchero
80 g di burro, fuso
1 cucchiaio e mezzo di gelatina in polvere
600 g di formaggio cremoso, ammorbidito
300 g di panna acida
175 g di zucchero di canna
2 cucchiaini di essenza naturale di vaniglia
1 cucchiaino e 1/2 di cannella in polvere
1 cucchiaino e 1/2 di scorza d’arancia grattugiata
Panna leggermente montata, per servire
Caramello di semi di zucca e di sesamo (facoltativo)
30 g di semi di zucca non salati tostati
2 cucchiai di semi di sesamo tostati
350 g di zucchero

Cuocete la zucca in una pentola d’acqua bollente per 20 minuti, finchè è molto morbida. Scolatela bene, schiacciatela e lasciatela raffreddare completamente.
Spezzettate i biscotti e lavorateli con i semi di sesamo, le noci e lo zucchero in un robot da cucina fino a ottenere una sorta di pangrattato. Aggiungete il burro fuso e lavorate finchè è amalgamato. Trasferitelo sul fondo imburrato di uno stampo a cerniera di 23 cm di diametro, schiacciate bene e livellate con il dorso di un cucchiaio. Mettete in frigorifero fino al momento di usarlo.

Versate la gelatina su 60 ml di acqua calda in una ciotolina. Laciatela così finchè diventa spugnosa, senza mescolare. Portate a ebollizione un pentolino d’acqua, togliete dal fuoco e metteteci la ciotola. L’acqua del pentolino non deve superare la metà del bordo della ciotola; se secessario toglietene un po’. Mescolate la gelatina finchè è sciolta.

Mettete il formaggio cremoso, la panna acida, lo zucchero di canna, la vaniglia, la cannella e la scorza d’arancia in un robot da cucina e lavorate fino a ottenere un composto liscio e senza grumi, poi aggiungete la zucca e la gelatina e lavorate finchè sono amalgamate. Versate il composto nella tortiera e livellate la superficie. Mettete in frigorifero per 6 ore, o una notte, finchè è solidificata.

Se volete preparare il caramello di semi di zucca e sesamo, rivestite una teglia di carta da forno e versateci sopra i semi. Mettete lo zucchero e 60 ml di acqua in un pentolino su fuoco alto, mescolate finchè lo zucchero è sciolto e portate a ebollizione. Cuocete per 8 minuti, o fino a quando è colore oro scuro, mescolando ogni tanto per distribuire il colore, poi versatelo sui semi sulla teglia. Inclinate la teglia in modo che il caramello ricopra bene i semi. Quando è completamente freddo, spezzettatelo a scagliette. Servite la cheesecake con sopra la panna montata e le scagliette di caramello.

Come Preparare Anelli di Cipolla non Fritti

La ricetta che vi voglio proporre oggi riguarda al preparazione di un antipasto molto gustoso e saporito, perfetto da utilizzare come preludio per un aperitivo in compagnia di amici e ideale da accompagnare sia ad una birra che ad un bicchiere di vino, sto parlando degli anelli di cipolla non fritti.

Ingredienti
cipolle rosse, 2
farina, mezza tazza
birra, mezza tazza
pane integrale tostato
paprika dolce
sale, pepe
Tempo di preparazione: 30 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dalle cipolle, sbucciatele e tagliatele a fette spesse circa 3 centimetri, quindi ricavate degli anelli non troppo sottili.

Preparate ora una pastella a base di farina e birra; nel frattempo, a parte, frullate il pane integrale tostato fino a trasformarlo in una polvere molto fine che andrete a condire con la paprika ed un pizzico di sale e pepe.

Immergete gli anelli di cipolla nella pastella e, successivamente, anche nel pangrattato. Riponete poi il tutto sopra ad una griglia per il forno e cuocete a 200 gradi per circa 20 minuti. Una volta pronti metteteli da parte a freddare rima di servire.

Come Preparare Charlotte alle Albicocche

Questo dolce, si trova in molte versioni, con frutti diversi. Le albicocche sono un’ottima fonte di vitamina A e potassio. Se volete attenuare il tocco alcolico di questa charlotte, invece di bagnare i savoiardi nel brandy, imbeveteli in un leggerissimo sciroppo di zucchero e acqua.

Occorrente
Ingredienti per 4 persone:
600 g di albicocche più qualcuna per la guarnizione
200 g di savoiardi
500 g di panna fresca montata
1/2 limone
3 dl di brandy all’albicocca
4 fogli di gelatina
100 g di zucchero
3 uova
3 dl di latte
1 stecca di vaniglia

Lavate le albicocche, apritele a metà, snocciolatele e tagliatele a pezzettini, che disporrete in una terrina. Spruzzatele con il succo del limone e con 1 dl di brandy all’albicocca. Mescolate e lasciate macerare al fresco mentre procedete alla successiva operazione. Mettete a bagno la gelatina in acqua fredda, per farla ammorbidire. Fate scaldare il latte con la stecca di vaniglia, poi toglietelo dal fuoco e lasciatelo in infusione.

Mettete i soli tuorli in una terrina, unitevi lo zucchero e montateli a crema con le fruste. Unite a filo il latte caldo, dal quale avrete tolto la stecca di vaniglia, poi versate la miscela nella casseruola già usata per il latte e mettetela a bagnomaria su fuoco basso. Sempre mescolando con un cucchiaio di legno, fate cuocere la crema fino a quando velerà il cucchiaio con cui lavorate. Unitevi la gelatina strizzata e fatela sciogliere completamente.

Poi filtrate la crema e fatela raffreddare. Quando la crema comincerà ad addensarsi per effetto della gelatina, incorporatevi prima le albicocche sgocciolate dal liquore di macerazione e poi 300 g di panna montata, mescolando delicatamente. Rivestite uno stampo da charlotte da 1 litro di capacità con pellicola per alimenti. Mescolate il brandy rimasto all’albicocca con una uguale quantità di acqua, immergetevi rapidamente i savoiardi e con questi ricoprite fondo e pareti dello stampo.

Riempite il recipiente con la crema preparata e adagiatevi sopra i restanti savoiardi sempre imbevuti e strizzati. Coprite e mettete la charlotte in frigorifero per 3 ore. Poco prima di servire, sformatela e toglietele delicatamente la pellicola. Decorate la sommità del dolce e i bordi del piatto con la restante panna montata e le albicocche tenute da parte e tagliate a spicchietti.

Come Contattare Enel per Ottenere Informazioni e Risolvere Problemi Velocemente

Ti è mai capitato di dover segnalare un guasto ad Enel o comunque di dover entrare in contatto con il servizio clienti di tale società? Risulta essere necessario avere tutti i punti di riferimento per fare questo.. Numeri telefonici, indirizzi, numeri di fax, da poter utilizzare in qualsiasi situazione. Vediamo come muoversi nelle diverse situazioni.

Prima di iniziare, precisiamo che per la realizzazione dell’articolo abbiamo utilizzato le informazioni presenti in questa guida su Numeriassistenza.com. Se hai necessità di ricevere qualsiasi tipo di informazione, oppure di stipulare un nuovo contratto, modificare la potenza, chiedere la domiciliazione, o qualsiasi altra informazione, puoi contattare il numero verde 800.900.800, raggiungibile però soltanto dalla rete fissa.
Se non hai un telefono fisso, ed in ogni caso hai necessità di contattare Enel, devi comporre il numero 199.50.50.55. Il costo della chiamata dipenderà dal tuo operatore di appartenenza. Ti consiglio comunque di chiedere ad amici o parenti se puoi effettuare la chiamata dal loro fisso, in modo da usufruire del servizio gratuito.

Se ti trovi all’estero e vuoi contattare Enel devi comporre il numero 00390230172011. La chiamata non sarà, ovviamente, gratuita, e dipenderà dal tuo operatore.

Questi numeri non sono,però, raggiungibili 24 ore su 24, ma soltanto dal Lunedì al Venerdì nella fascia oraria tra le 8 e le 22, e il sabato dalle 8 alle 14.

Desideri scrivere? Beh,l’indirizzo in questo caso è: Enel Servizio Elettrico, Casella Postale 1100, 85100 Potenza.

I numeri di fax cui puoi contattare Enel sono diversi, e potresti rischiare di confonderti. Se hai un sollecito in atto per il pagamento della bolletta, una volta effettuato lo stesso puoi inviare la ricevuta al numero 800.900.179, mentre per altre segnalazioni generiche il numero da utilizzare è 800.900.150. In ogni caso troverai il fax di riferimento nelle comunicazioni che riceverai da Enel, per cui leggile con attenzione prima di impazzire alla ricerca dei vari numeri.

Se hai un guasto, componi il numero 803.500.
Questo è completamente gratis e puoi comporlo tanto da rete fissa che da linea mobile. Ricorda però che, prima di chiamare, devi avere il tuo codice cliente, che ti verrà richiesto da una fonia automatica, e dall’operatore. Avrai inoltre bisogno di fornire il cap della zona interessata dal guasto, e l’eventuale numero di telefono fisso dell’abitazione colpita dal disservizio.