Come Coltivare la Campanula Isophylla

Cerchi qualcosa di veramente speciale per abbellire al meglio la tua casa? Allora questa è la guida che fa al caso tuo. Imparerai a coltivare una bellissima piantina ornamentale, che ti darà la possibilità di dare alla tua casa quel tocco di colore e vivacità che gli mancava.

La campanula è una pianta perenne dai fusti sottili e ricadenti, è particolarmente indicata per la coltivazione all’interno di un cestino sospeso. Risulta essere caratterizzata da piccole foglie ovali o a forma di cuore dal bordo dentellato che, in estate vengono quasi del tutto nascoste da numerosi fiori a campanella di colore blu o viola. Esistono anche varietà dai fiori bianchi. Adesso che conosci meglio questa pianta ti insegnerò a coltivarla al meglio.

Per prima cosa dovrai scegliere la posizione ideale per soddisfare al meglio le esigenze della tua pianta. Dovrai sistemare la tua pianta in modo che riceva molta luce. Tuttavia, in estate evitale il sole diretto dietro la finestra. Ha inoltre bisogno di stare in una posizione bene areata. Se hai la possibilità in estate di metterla in esterno la tua pianta ne trarrà molto vantaggio. Nel periodo invernale invece dovrai rispettare il suo riposo vegetativo mettendola in un ambiente fresco sui 5-10°C.

Per coltivare al meglio la tua pianta dovrai rispettare qualche piccola regola. Dall’inizio della primavera alla fine dell’autunno dovrai bagnarla generosamente e, ogni dieci giorni, aggiungi anche del fertilizzante per piante fiorite. In inverno dovrai ridurre le annaffiature ma non lasciare mai seccare completamente il terreno.

Per conservare a lungo questa pianta dovrai dopo la fioritura tagliare i fusti quasi alla base, poi limita le annaffiature e metti la pianta in un locale fresco e areato per l’inverno. A primavera rinvasa la pianta e riportala in una posizione più calda aumentando gradatamente l’acqua. Manipola la pianta delicatamente perché i suoi fusti sono particolarmente delicati. Se vuoi ottenere un aspetto più cespuglioso cima le estremità dei fusti, in modo da indurre la crescita di nuovi fusti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *