Come Coltivare la Cineraria

Cerchi una piantina davvero speciale per dare un tocco di vivacità alla tua casa? Allora questa è la guida che fa al caso tuo. Imparerai a coltivare una bellissima piantina fiorita, che ti darà la possibilità di dare alla tua casa un tocco di originalità che la renderà unica.

La cineraria è una bella pianta che offre una gran varietà di colori, con fiori simili a margherite che formano un mazzo denso al di sopra di grandi foglie dal bordo dentellato, leggermente pelose e di colore verde scuro. I fiori sono bianchi, porpora, ma anche in tutte le sfumature di rosa, rosso e violetto, blu; ci sono anche varietà a due colori. Adesso che conosci meglio questa pianta t’insegnerò a coltivarla al meglio.

Per prima cosa dovrai trovare una posizione ideale a soddisfare le esigenze della tua pianta. Dovrai metterla in piena luce, ma non in pieno sole, soprattutto dovrai metterla in una posizione ben areata, dove la temperatura non sia troppo calda. La fioritura dura più a lungo se la temperatura è di 15 o 16 gradi.

Dovrai bagnarla generosamente e molto regolarmente. Basta che lasci la pianta a secco e in poco tempo si affloscia e muore. Per sostenere la fioritura fai degli apporti settimanali di fertilizzante e, nei periodi più caldi, aumenta l’umidità dell’aria. Metti il vaso su un letto di ghiaia mantenuta sempre bagnata. Non eccedere mai con le nebulizzazzioni di acqua sulle foglie perché, essendo pelose, rischiano di marcire.

Questa pianta dopo la fioritura ha scarse possibilità di rifiorire, quindi non conviene conservarla. Meglio seminarla in estate e portare in casa le giovani piante perché possano fiorire nella primavera successiva. Gli acari potrebbero attacare la tua pianta facendola deperire molto velocemente, allora dovrai intervenire in tempo con un prodotto specifico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *